ICT-Prospacersirmifida inform
03.02.2017

Futurologia: maggiordomi robotici, realtà aumentata e trattamenti di longevità in albergo


Hotels.com spiega come saranno gli hotel del futuro


Hotels.com ha collaborato con il celebre futurologo James Canton per realizzare lo studio Hotels of the Future, che svela come cambierà l’esperienza di viaggio e di soggiorno in albergo da qui al 2060. Nel futuro la tecnologia si fonderà sempre più con la scienza e i viaggiatori potranno aspettarsi cambiamenti rivoluzionari, come fare il check-in in un hotel su Marte o dormire su letti che cambiano forma.
Condividiamo – anche se a tratti siamo perplessi - le principali tendenze identificate per immaginare come saranno gli hotel nel 2060.
Maggiordomi robotici: i robot potranno essere programmati online prima dell’arrivo in relazione a particolari capacità, competenze, lingue e conoscenze per aiutare a rendere straordinario il soggiorno in hotel. Faranno di tutto, dall’accoglienza dell’ospite in aeroporto all’offerta di cibo gourmet, dalla sistemazione della camera alla compagnia e all’intrattenimento dell’ospite, fino alla consulenza aziendale e ai servizi di concierge.
Stampanti 3D in ogni stanza: fare le valigie come facciamo oggi sarà un ricordo del passato. Le stampanti 3D trasformeranno l’esperienza di viaggio e in particolare il soggiorno in camera. Sarà possibile creare in real time gli oggetti desiderati come un nuovo paio di scarpe, vestiti, medicine, persino computer e smartphone. Sarà possibile fare shopping 3D, scaricando dal Cloud beni di consumo che potranno essere modificati secondo le preferenze del cliente.
Sogni su richiesta: in futuro, cambierà la definizione stessa di “buon sonno ristoratore”. Il letto non sarà più solo un posto accogliente in cui riposarsi: i viaggiatori del futuro potranno scegliere i sogni prima di addormentarsi. Gli hotel daranno agli ospiti accesso alla neurotecnologia per programmare i propri sogni e scegliere tra un sogno rilassante, energizzante, istruttivo o divertente. Sarà possibile scegliere tra un’avventura romantica e l’esplorazione dello spazio.
La spa della salute e della longevità: la spa 2.0 sarà strabiliante. Ci si baserà sull’analisi del DNA per allungare gli anni di vita. Sarà possibile sottoporsi a trattamenti di prevenzione personalizzati, previsioni e programmi sartoriali per migliorare il proprio stato di salute e la propria forma fisica e comprendere i futuri rischi. Tutto ciò sarà possibile grazie agli ultimi ritrovati della medicina genetica, come ai farmaci per rigenerare la mente e ai processi per la prevenzione delle malattie.
I trasferimenti in aeroporto del futuro: saranno basati su tecnologie all’avanguardia e super veloci. Includeranno, mezzi che si auto-guidano, macchine robot volanti che eviteranno il traffico e Hyperloop: macchine supersoniche che copriranno centinaia di chilometri in pochi secondi
L’avatar di viaggio: la prenotazione dell’hotel sarà effettuata dal proprio avatar di viaggio, un agente digitale che aiuterà i viaggiatori a esaudire i propri bisogni e desideri. Sarà un valido supporto per gestire le prenotazioni, come una versione personalizzata di Siri della Apple o Alexa di Amazon. Gli avatar comunicheranno, negozieranno e progetteranno l’intera esperienza di viaggio.
Hotel più eco-sostenibili: in futuro tutti gli hotel saranno completamente eco-friendly. Eccelleranno in efficienza energetica, acquisteranno e utilizzeranno nuove energie rinnovabili, prodotti “sicuri e puliti” oltre alle ultime tecnologie solari e geotermiche e avranno una carbon footprint limitata.
Hotel a realtà aumentata: gli ospiti avranno la possibilità di soggiornare in hotel che saranno in parte fisici e in parte virtuali. Gli hotel a realtà aumentata potranno personalizzare qualsiasi avventura e gli ospiti non solo soggiorneranno in hotel, non si limiteranno esclusivamente a escursioni locali: gli hotel li trasporteranno in mondi fantastici che fino ad allora hanno potuto solo sognare.
Genomica gourmet nei ristoranti dell’hotel: i ristoranti degli hotel inizieranno a proporre portate studiate appositamente per i singoli palati, basandosi sull’esame del DNA. Prima dell’arrivo degli ospiti in hotel, verrà studiata una dieta salutare ad hoc per i rispettivi DNA. Il menù verrà creato per migliorare il proprio stato di salute, nutrizione e forma fisica, ma senza tralasciare il gusto.
Dentro la stanza di hotel smart: entro il 2060, la stanza di albergo sarà anche personalizzata, smart e tecnologica fino all’ultimo dettaglio. Includerà l’ingresso in stanza tramite riconoscimento facciale, sensori multipli adattati all’ospite, tv in grado di interagire, superfici touchscreen, reattive e interattive, bagni con sanitari e specchi che proiettano news in tempo reale in streaming, aromi neuro-potenziati si diffonderanno dai muri interattivi delle spa per rimuovere lo stress e autogenerare un sonno rilassante, asciugamani speciali anti inquinamento, controllo della temperatura tramite wireless che si regola automaticamente, letti e cuscini personalizzati che si autoregolano basandosi sui feedback neurologici, esperienze personalizzate in stanza come guardare l’ologramma di un concerto.