ICT-Prospacersirmifida inform
23.05.2016

Il mercato ICT torna a crescere


Primo trimestre 2016: +0,5% e inversione del trend

 

Dopo una lunga serie di trimestrali in calo, finalmente il mercato ICT chiude in positivo, anche se solo di mezzo punto percentuale; è quello che emerge dall’ultimo report trimestrale di SIRMI.
Il settore esprime una spesa End User di 13,46 Mld€, di cui 5,233 Mld€ nel settore IT, che cresce dello 0,8% pur se con discontinuità al suo interno: l’hardware è vicino al pareggio (+0,2%), il software è in lieve calo (-0,4%), i servizi di gestione crescono in modo più sostenuto (+4%) grazie soprattutto al Cloud; i servizi di sviluppo calano dell’1,5%. Anche il mercato delle Tlc è in lieve ripresa (+0,3%), favorito dalla crescita del mobile (+1,2%). In crescita anche la domanda di contenuti digitali come l’editoria online ed i nuovi servizi video e advertising online.
Nell’ambito dei prodotti IT, i PC confermano il generale declino con un decremento dei volumi del -7,4%. I desktop decrementano del -7,3% e ancora peggio fanno i notebook, che perdono il 12%, penalizzati soprattutto dalle linee consumer (-17,6%) che scontano lo spostamento dell’attenzione verso tablet e smartphone di grande formato. Anche sui desktop professionali si registra un decremento, anche in ragione della decisione di rinviare ancora l’aggiornamento a Windows 10 (gratuito solo fino a luglio), della crescente attenzione per i notebook ultraleggeri e per i convertibili, ma anche delle strategie di investimento delle aziende che privilegiano gli interventi sui data center prima che sul rinnovo del parco client. In declino anche workstation (-4,6%) e thin client (-27%).
Il mercato dei server, con un fatturato di oltre 132 M€, è in crescita del 7,2%, sostenuto dai server Intel/AMD che crescono del 17%.
Lo storage registra un calo dell’1,1%, e nel suo ambito si conferma il ruolo crescente del software e lo spostamento verso soluzioni Flash e di database In memory.
Il trend positivo dovrebbe confermarsi nel tempo, e lo testimonia anche l’ultimo report di Assinform/NetConsulting cube, che prevede un tasso medio annuo di crescita dell’1,3% da qui al 2018.
Tra le aree che guideranno la ripresa nel breve e medio periodo, il rapporto di Assinform e NetConsulting cube mette al primo posto il comparto software e servizi ICT, grazie alle molte ricadute positive che l’evoluzione delle strategie aziendali di Digital Transformation sta esercitando sulla domanda sia di tecnologie e piattaforme middleware che applicative, che di servizi professionali, di implementazione e di gestione, come di soluzioni.
In maggior sofferenza appaiono device di Tlc e servizi di rete. I primi sono frenati dal decremento dello spending soprattutto consumer che scontano i fenomeni di downpricing e l’avvicinamento alla saturazione della domanda, i servizi di rete sono invece penalizzati dal downpricing, dal revamping della competizione sul prezzo e dalla contrazione delle tariffe, e il loro ritorno in positivo è previsto solo nel 2018.