ICT-Prospacersirmifida inform
12.02.2015

Non bene, ma meno peggio


La Digital Technology mostra segni di ripresa, soprattutto sui Client


La notizia non è da brindisi, ma la luce in fondo al tunnel si inizia a intravedere. I dati rilasciati da SIRMI sul 2014 evidenziano un mercato ancora in calo, ed un valore complessivo di spesa end user pari a circa 51,8 Mld€, con un -3,2% sul 2013. Decremento, ma più "leggero" rispetto al precedente -5%.
L'IT si attesta al -2,1%, con una flessione generalizzata, ma anche qui più tenue rispetto al passato. Più penalizzato l'hardware (-2,6%), rispetto al software (-1,5%).
Alcuni indicatori inducono tuttavia ad un cauto ottimismo. Ad esempio, il comparto pc torna a crescere in volumi e fatturato, e sono solo i tablet che, dopo essere stati per alcuni anni il traino del comparto, decrescono fortemente sia in unità (-10,5%) che in valore (-13,0%).
I tablet, che trovano in ultrabook e smartphone una forte competizione, condizionano il mercato dei Client, che registra un calo complessivo del -1% in valore (circa 2,73 Mld€), pur a fronte di consegne per 7,6 milioni di unità, con un incremento dell’1,5%.
Crisi economica, processi di spending review e downpricing, clienti sempre più attenti a razionalizzare e che spesso centralizzano negli HQ all'estero i sistemi informativi, sono considerazioni del nostro quotidiano; ma il freno al decremento della spesa IT e la progressiva digitalizzazione del Paese fanno timidamente ben sperare.