ICT-Prospacersirmifida inform
03.02.2017

È partita Wind Tre


 


Ha preso il via il 1° gennaio Wind Tre, la più grande realtà nazionale di telefonia mobile, con oltre 31 milioni di clienti mobile e 2,7 milioni nel fisso.
Nata dalla fusione di Wind Telecomunicazioni e H3G da parte della joint-venture paritetica creata da CK Hutchison e VimpelCom, la nuova realtà è guidata da Maximo Ibarra, affiancato da una squadra di manager di esperienza nazionale ed internazionale.
Il neo gruppo promette di realizzare importanti efficienze e di investire nei prossimi anni 7 Mld€ in infrastrutture digitali. L’obiettivo è diventare un player di riferimento nell’integrazione fisso-mobile e nello sviluppo delle reti in fibra di nuova generazione grazie anche all’accordo con Enel Open Fiber per la realizzazione della rete in banda ultralarga in Italia.
Per il Ceo Ibarra: «comincia una grande sfida di mercato, un’importante fase di sviluppo per l’economia digitale nel Paese. Vogliamo essere leader nella relazione con i clienti grazie alla qualità delle nostre infrastrutture, alla trasparenza delle nostre offerte e alla passione delle nostre persone».
I dati rilasciati da Agcom a settembre attribuiscono alla nascente Wind Tre il primato per market share nella telefonia mobile: 33,1% contro il 30,3% di Tim e il 29,2% di Vodafone. Il primato in classifica diventa ancora più evidente nel segmento residenziale dove il 25,7% di Wind e il 12,5% di 3 Italia permettono alla nuova società di poter contare su una quota di mercato del 38,2%. La nuova realtà avrà un presidio importante anche nel fisso, dove Wind si presenta forte di una quota di mercato del 13,4% che la pone al secondo posto, sebbene molto distante da Telecom Italia (56,2%). Anche nel broadband Wind, con il 15,2% di quota di mercato, è immediatamente dietro al leader Telecom Italia (46%).