ICT-Prospacersirmifida inform
30.06.2017

Cambio al vertice in Wind Tre


Lascia Ibarra, arriva Hedberg


Con un comunicato di 20 righe, CK Hutchison Holdings Ltd. e VEON Ltd., azionisti paritetici di Wind Tre, annunciano il 23 giugno la nomina a CEO di Jeffrey Hedberg, che quindi sostituisce Maximo Ibarra, che lascia l’azienda. Non amiamo le dietrologie e non siamo convinti che la crescita del churn del dopo-fusione possa esserne la causa scatenante; quindi ci limitiamo a riportare il comunicato dell’azienda.
Dopo il pieno successo della prima fase del processo di integrazione ed un solido primo trimestre di Wind Tre, Jeffrey Hedberg è stato nominato alla guida della società per realizzare la prossima fase d’integrazione e condurre un nuovo periodo di crescita e sviluppo volto a costruire il player convergente più innovativo sul mercato italiano, con il migliore e più ampio network 4G/LTE, oltre ad essere un pioniere nel mondo digitale.
Canning Fok, Presidente della JV, ha dichiarato: «Jeffrey Hedberg è un Chief Executive Officer con un'ampia esperienza globale e di successo che ha guidato società di telecomunicazioni mobili negli Stati Uniti, Africa e Asia. Siamo lieti di dargli il benvenuto come CEO di Wind Tre. Siamo estremamente grati a Maximo Ibarra per il suo significativo contributo e per le performance alla guida di Wind Tre durante la fusione e la prima fase del processo di integrazione. Gli auguriamo ogni successo in futuro».
Jeffrey Hedberg, nuovo CEO di Wind Tre, ha dichiarato: «sono orgoglioso di essere stato nominato alla guida di Wind Tre. La sua tecnologia, le sue persone e le opportunità di mercato ne fanno uno dei business più dinamici nelle telecomunicazioni in Europa, con un’offerta alla clientela unica in un’industria in continua evoluzione. Sono pronto a guidare il team verso una nuova fase di crescita e a realizzarne gli obiettivi in questo momento di mercato estremamente stimolante ed innovativo».
Hedberg è un manager di lungo corso nelle TLC. Cittadino USA, ha operato in Swisscom dal 1994 al 1998, fino a diventare VP e membro del consiglio esecutivo di Swisscom International; poi è passato in Deutsche Telekom come VP Esecutivo in Germania fino al 2002 e negli Usa fino al 2004. È poi stato CEO di Telkom South Africa dal 2010 al 2011, Senior Advisor di Boston Consulting nel 2013-2014, e advisor indipendente nel campo del private equity in Africa. Dal 2014 al 2017 è stato Presidente e CEO di Mobilink in Pakistan, dove ha gestito nel 2015 la fusione e il progetto di integrazione con Warid.